Appunti olivocoltura - La Campagna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Appunti olivocoltura

Progetto Olio

Olivicoltura del nostro territorio, tecniche di potatura,impianto e difesa

Relatore : Dott.F.Ballerio

appunti tratti dall'incontro del 14 Aprile 2013
°-°-°-°-°
La potatura viene effettuata a VASO POLICONICO; cioè l'albero
rimane vuoto all'interno, In linea di massima si taglia la parte bassa
del ramo e si lascia che ributti sulla parte alta. Si tolgono i rami
secchi e quelli che guardano in giù.
Nelle piante giovani si fanno pochi tagli e si contengono i lati che
“partono”.
I “ricacci” sono da togliere. Togliere anche i sostegni e lasciare solo
un paletto. Il fusto deve potersi muovere, il tronco delle piante in
allevamento deve essere lasciato libero per potersi rinforzare. Va
invece ancorata bene la zolla.
Durante l'estate le piante vanno seguite ed è necessario togliere i
succhioni (cioè i rami che salgono verticalmente). I succhioni
possono però essere lasciati se riempiono degli spazi vuoti del
“vaso policonico”.
Per rifare la pianta, togliere tutti i concorrenti e far salire un ramo ad
altezza uomo, poi spuntare in modo che faccia il tronco.
°-°-°-°-°
In presenza di foglie macchiate si parla di “occhio di pavone”, una
malattia dovuta principalmente alla stagione umida. Le foglie
cadono perché deboli.
Si consiglia di dare DODINA (un funghicida) verso fine Febbraio e
fine Marzo, ma solo se la pianta è malata.
Dare rame invece due volte all'anno e fare 2 trattamenti con “boro
liquido” (verificare), uno ora (in aprile) e uno quando la pianta fa i
“grappolini”.
°-°-°-°-°
Il letame va benissimo per la concimazione, così come il compost.
Si concima in primavere e fine Maggio/primi di Giugno, poi basta
perché le piante devono lignificare a fine estate per restare più
resistenti al freddo.
Tenere pulito 1 mq di terreno – zappato – intorno al fusto della
pianta giovane. Usare anche del tessuto-non-tessuto, pacciamatura
(chips o erba) per l'inverno. Il letame e le foglie dell'autunno vanno
lasciate come pacciamatura.
E' molto importante concimare e bagnare quando sono piante
giovani. Le piante in morena fanno più fatica perché l'acqua fugge e
il sole brucia le radici, quindi molta acqua e concime per le piante
messe su pendii.
Il concime a titolo alto di AZOTO deve essere usato quando la
pianta “spinge”
Il concime a titolo alto di FOSFORO è preferibile per i frutti.
Il concime a più alto titolo di POTASSIO serve ad irrobustire la
pianta.
Quando la pianta ha 7/8 anni si concima dappertutto perché le
radici si allargano.
°-°-°-°-°
Il “pendolino” impollina il “leccino”, quindi fare attenzione a metterli
in modo tale che il vento favorisca l'impollinazione.
Le coccinelle sono solo il segnale che ci sono altri parassiti. Le
coccinelle vanno lasciate stare!
Il maggior pericolo è rappresentato dalla mosca che può provocare
molti danni.
Ci sono diversi sistemi di lotta (tabelle insetticide gialle, ormoni
ecc..) ma è preferibile adottare un unico sistema di protezione su
ampia scala che si potrà valutare solo quando si presenterà il
problema.
°-°-°-°-°
Le olive (per olio) non vanno mai raccolte da terra ma dalla pianta.
Il raccolto può essere fatto verso la prima settimana di Novembre
quando il frutto è scuro. Se tutto va bene si potrà parlare del primo
raccolto nel 2014!

Buon lavoro a tutti!

Isabella Boila

 
Torna ai contenuti | Torna al menu